5 gennaio 2018

E’ in rampa di lancio la nuova fase del progetto “Il cuore a scuola”, avviato oltre due anni fa, e che a tutt’oggi ha coperto le scuole della città di Como sottoponendo all’esame circa 4000 bambini. Ora l’attenzione di Comocuore si estende anche alla zona del Canturino, iniziando proprio dai plessi scolastici della città brianzola, ma lo studio sarà sviluppato successivamente nei centri limitrofi.
L’intervento partirà il 23 gennaio prossimo con lo screening nella scuola primaria “Sandro Pertini” di via Fontana a Senna Comasco (complessivamente 210 alunni) e si concluderà martedì 30 gennaio. A seguire, da giovedì 1 febbraio, lo staff di Comocuore sarà in successione nelle scuole “Bruno Munari” di via De Gasperi, a Fecchio e poi a Brenna. In totale verranno sottoposti agli esami oltre 600 bambini. Terminata questa prima tranche l’intervento proseguirà negli altri plessi della città brianzola e delle frazioni.
“Il cuore a scuola”, come è noto, consiste in un elettrocardiogramma da effettuare su ogni bambino, un esame non invasivo che richiede pochi minuti per la sua esecuzione e che darà tranquillità ai ragazzi e ai genitori dal momento che consente di individuare eventuali cardiopatie misconosciute e in particolare delle sindromi del “QT lungo” e di “Brugada”, responsabili delle cosiddette “morti improvvise” da arresto cardiaco in età giovanile. In caso di riscontro dubbio o sospetto per anomalia cardiaca, viene consigliato alla famiglia di proseguire le indagini di secondo livello, presso la sede dell’Associazione o presso Centri di Cardiologia pediatrica specifici.