20 aprile 2017

La prima installazione risale al dicembre 2015 quando Comocuore e Intesa Sanpaolo posizionarono un defibrillatore semiautomatico di nuovissima generazione in piazza Cavour. Ora l’operazione si è ripetuta in un altro luogo simbolo della città: piazza San Fedele dove, il 13 aprile scorso, un altro “totem” salvavita è stato messo a disposizione della città. Due strumenti importanti posizionati in punti strategici del centro cittadino, tradizionalmente frequentati da residenti e turisti. Tali defibrillatori hanno sviluppato una tecnologia esclusiva per il loro riscontro: infatti gli stessi sono monitorati 24 ore su 24 per verificarne l’efficienza, sono controllati a distanza ed emettono un segnale nel caso in cui vengano spostati, consentono di  avviare un contatto diretto con la centrale operativa del 118 e sono semplicissimi da usare in caso di necessità.

La cerimonia di inaugurazione ha visto la partecipazione del presidente di Comocuore, dott. Giovanni Ferrari, e di numerose autorità che non hanno mancato di sottolineare l’importanza dell’evento. In particolare il dott. Ferrari si è soffermato sul significato della presenza del “totem” in piazza San Fedele e sul percorso che Comocuore sta compiendo nella direzione di una più vasta e capillare copertura del territorio cittadino.