16 ottobre 2018

Torna il tradizionale appuntamento di “Missione Cuore”, una delle iniziative meglio riuscite e più socialmente significative messe in campo da Comocuore.

Mercoledì 17 ottobre alle ore 17,30 nella Sala Bianca del Teatro Sociale di Como, in via Bellini 1 la onlus cittadina e Intesa Sanpaolo daranno vita a un incontro scientifico sul tema “Defibrillazione precoce per una scuola più sicura – Una realtà in evoluzione”, una sorta di seconda puntata del convegno svoltosi lo scorso anno nella medesima sede, arricchita proprio dalle ultime novità in questo ambito.
Il programma della sessione scientifica prevede i saluti e l’introduzione da parte del presidente di Comocuore, dott. Giovanni Ferrari, e del direttore regionale Lombardia di Intesa Sanpaolo, dott. Gianluigi Venturini, cui farà seguito una significativa fotografia della defibrillazione precoce e della sicurezza nelle scuole regionali. Contributi e testimonianze arriveranno dal dott. Alberto Zoli, direttore di Areu Lombardia, dal dott. Giovanni Ferrari, presidente di Comocuore, dal dott. Maurizio Volontè, direttore AAT 118 Como, e dal prof. Marzio Caggiano, preside del Liceo scientifico Paolo Giovio di Como. Moderatore dell’incontro il dott. Diego Minonzio, direttore del quotidiano La Provincia. Le conclusioni saranno affidate al prof. Peter Schwartz, direttore del Centro per lo studio e la cura delle aritmie cardiache di origine genetica dell’Istituto Auxologico italiano.
La parte scientifica precederà quella operativa con la cerimonia ufficiale di consegna di 50 defibrillatori a scuole e realtà lombarde acquistati grazie proprio a “Missione Cuore” che ogni anno vede protagoniste le filiali di Intesa Sanpaolo presenti in Lombardia dove è possibile acquistare i celebri sacchetti di noci di Comocuore. Per contribuire maggiormente a svolgere quest’azione filantropica di notevole impatto sociale, l’anno scorso Missione Cuore è diventata ancora più protagonista in Intesa Sanpaolo grazie all’inserimento del progetto nella piattaforma di crowdfunding “For Funding” proprio con l’obiettivo di agevolare sempre più questo importante progetto coinvolgendo tutta la comunità, clienti e non clienti della banca, offrendo attraverso la piattaforma un riscontro in tempo reale dell’avanzamento e il racconto di chi l’ha realizzato e ne ha beneficiato: in pochi mesi, attraverso For Funding, a favore del progetto sono stati raccolti circa 170mila euro, con oltre 4.300 donazioni.